CORSO 214

GESTIONE DEL CAMBIAMENTO

Date in programma (selezionare a calendario)
  • 30-09-2019
  • Description

    Come fare a vivere nella modernità liquida? Come si fa a diventare antifragili?

    La nostra proposta è un laboratorio di attività che permetta alle persone di capire dove sono, cosa funziona in questa realtà, come relazionarsi con gli altri e ridefinire il ruolo professionale adattandolo a quello che funziona, oggi.

    Quando intorno a noi tutto si muove o si immobilizza senza un significato comprensibile la strada più efficace è ancorarsi alla realtà attraverso l’unico vero strumento che abbiamo a disposizione: noi stessi. L’unico modo di vivere al meglio la situazione è restare nel presente reale osservando e sentendo tutto quello che va osservato e sentito. Non è facile, soprattutto quando tutto si muove rapidamente e nessuno ci ha spiegato come fare a farlo.

    Eppure esistono ormai numerose metodologie scientifiche che ci permettono di centrarci e di concentrarci sul momento presente, anche quando sta cambiando o cambierà in forme che non possiamo prevedere. La cosa importante è mettere in pratica il cambiamento, con piccole, ma significative azioni nel nostro quotidiano. Dal punto di vista organizzativo questa non è una transizione semplice, anche se oggi necessaria nonostante tutte le resistenze al cambiamento che possiamo mettere in moto come singoli e come organizzazioni.

    Come far fronte a questo processo innescato a prescindere da noi e dalla nostra preparazione?

    La proposta più sensata e meno costosa in termini energetici è la costruzione di una mappa strutturata da sovrapporre alla realtà per coglierne i movimenti e i passaggi più significativi, una griglia di osservazione flessibile e costruita direttamente dai membri dell’organizzazione che hanno una visione del mercato di riferimento, dei clienti, dei colleghi, della realtà.

    Quando un’organizzazione si permette di affrontare la realtà in un modo non esclusivamente difensivo può anche arrivare a nuove e concrete modalità di imparare (letteralmente) a sbocciare. Come i fiori si aprono e stanno nella realtà occupando tutto lo spazio che possono occupare, così le aziende possono cogliere opportunità nuove e inattese.


    CALENDARIO
    • Busto Arsizio, 30/09/2019 08.30/12.30 – 13.30/17.30

    PROGRAMMA

    • Muoversi: non possiamo più permetterci di dire “siamo fatti così”, scopriamo cosa è stabile in noi, cosa funziona, cosa va cambiato.
    • Come cambiare le abitudini, come scegliere cosa è meglio fare ora.
    • Osservazioni di realtà viventi e funzionanti.
    • Identificazione di modalità di attivazione da applicare al contesto di riferimento. A basso costo e alto risultato.
    • Come coinvolgere e interessare le persone all’innovazione.
    • Engagement.
    • Identificare azioni spontanee e involontarie che bloccano il naturale movimento di innovazione di persone e organizzazioni (giudizio, ritmo, diversità,…).

    DURATA

    Il corso è articolato in 1 giornata

    Destinatari: Chi sceglie o è obbligato a gestire un cambiamento organizzativo: che si tratti di un cambio di ruolo, di sede, di attività poco cambia oggi! Siamo tutti immersi in un cambiamento continuo ma raramente sappiamo come funziona e (nel caso dobbiamo condurre gli altri) quali sono le tecniche e le strategie più efficaci per facilitarlo.
    Durata: 8 ore
    Costo: 480 €

    Da: 480,00 + IVA

    Obiettivo

    - Impariamo come funziona il cambiamento e le sue fasi.
    - Troviamo il nostro modo di cambiare.
    - Le abitudini: come si formano, come si eliminano, come si cambiano.
    - Individuiamo le nostre e le altrui resistenze a cambiare.
    - Scopriamo il nostro modo di facilitare il cambiamento.
    - Alleniamoci a scegliere: la variabile di successo nella modernità liquida.
    - Vedere e cercare la fiducia nel processo di cambiamento e velocizzare la trasformazione.

    TI POTREBBERO INTERESSARE

    NEWSLETTER
    Confermo di aver preso visione dell'informativa privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE 679/2016 per ricevere newsletter