CORSO

IL D.LGS. 231/01: LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI

Descrizione

RIFERIMENTI NORMATIVI: d.lgs 231/01


PROGRAMMA:

  • Il D.Lgs. n. 231/ 2001: le premesse, la struttura dell’illecito amministrativo derivante da reato, il c.d. catalogo dei reati presupposto, le sanzioni applicabili, il processo all’ente.
  • Il Modello di organizzazione, gestione e controllo come esimente della responsabilità amministrativa dell’ente. Pillole di giurisprudenza.
  • L’Organismo di Vigilanza quale componente del c.d. “Sistema 231”. Pillole di giurisprudenza.
  • Dalla teoria alla pratica: le fasi del percorso finalizzato alla costruzione del Modello di organizzazione, gestione e controllo costum tailored.
  • L’individuazione e l’attività dell’Organismo di Vigilanza.
  • L’importanza della formazione dei destinatari del Modello.
  • Le recenti novità normative: non solo l’ampliamento del c.d. catalogo dei reati presupposto, ma anche l’inserimento di un nuovo requisito del Modello, ovvero la tutela del c.d. whistleblower.
  • La nuova direttiva PIF: nuove norme minime circa la definizione dei reati e delle sanzioni in tema di contrasto alla frode e alle altre attività illegali che ledono gli interessi finanziari dell’Unione.
  • La responsabilità degli enti per i c.d. reati PIF.
Destinatari: Amministratori delegati, responsabili amministrativi, responsabili compliance e sistemi di gestione, referenti 231, membri interni dell’Organismo di Vigilanza.
Durata: 8 ore
Costo: 240 €
NON CI SONO DATE DISPONIBILI AL MOMENTO

Obiettivo

Il corso si prefigge di introdurre i partecipanti alla comprensione della normativa di cui al D.Lgs. n. 231/2001, che ha disciplinato nel nostro ordinamento giuridico la responsabilità diretta dell’ente per i reati commessi da persone fisiche che agiscono al suo interno. Il passaggio è dal reato d’impresa al reato dell’impresa.
Comprendere i principi regolatori della materia costituisce la premessa chiave per intraprendere il percorso di implementazione del c.d. “Sistema 231”, caratterizzato da più fasi, ai fini di una sua efficace ed efficiente attuazione nella realtà societaria, anche nell’ottica della gestione dei rischi di impresa.
La seconda parte del corso conterrà alcuni focus sulle recenti novità normative, tra cui la disciplina del c.d. whistleblowing, e delle prossime novità legate alla nuova direttiva PIF del 5 luglio 2017 e alla richiesta, da parte dell’Unione Europea, di una risposta punitiva anche nei confronti degli enti per “i reati gravi contro il sistema comune dell’IVA”.

TI POTREBBERO INTERESSARE

    FORMAZIONE SUL REGOLAMENTO EUROPEO 2016/679 – PRIVACY

    PRENOTA ORA
NEWSLETTER
Confermo di aver preso visione dell'informativa privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs 196/2003 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/2016 per ricevere newsletter