Contributo pari al 50% del costo del corso di formazione, con un massimo di 2.000 euro per impresa. Incentivi più elevati per le micro, piccole e medie imprese femminili.

La Camera di Commercio di Varese intende sostenere, tramite l’erogazione di contributi a fondo perduto, la partecipazione delle imprese varesine a percorsi di formazione legati allo sviluppo delle competenze gestionali, professionali e digitali.

Le risorse disponibili complessivamente sono pari a 100.000 euro.

 

SOGGETTI BENEFICIARI

Micro, piccole e medie imprese aventi sede legale e/o unità locale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Varese.

Le imprese devono essere in regola con il pagamento del diritto annuale camerale, dei contributi previdenziali e assistenziali (DURC on line) e non dovranno essere in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione controllata, concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente.

 

INTERVENTI AMMISSIBILI

I corsi di formazione possono essere fruiti esclusivamente presso i soggetti attuatori qualificati alla formazione.

Univa Servizi Srl è il soggetto accreditato per questa misura dall’Unione degli Industriali della Provincia di Varese.

Sono considerate spese ammissibili le quote di iscrizione a corsi di formazione fruiti dagli addetti dell’azienda. Per addetti si intendono i “lavoratori indipendenti” (gli imprenditori individuali, i familiari coadiuvanti, i soci/amministratori a condizione che effettivamente partecipino all’attività lavorativa nella società) e i “lavoratori dipendenti” (dirigenti, quadri, impiegati, operai, apprendisti).

I corsi di formazione devono riguardare una o più delle seguenti aree:

  • AMBITO GESTIONALE: interventi formativi focalizzati sulle nuove competenze imprenditoriali e manageriali: capacità e abilità gestionali, anche orientate all’internazionalizzazione e alle nuove frontiere della promozione e commercializzazione online;
  • AMBITO PROFESSIONALE: interventi formativi focalizzati su contenuti professionalizzanti legati a particolari esigenze produttive e di ruolo, nonché di riorientamento e aggiornamento. In quest’ambito rientra anche la formazione per l’acquisizione di patentini o specifiche certificazioni.
  • AMBITO DIGITALE: interventi formativi focalizzati sulle tecnologie innovative 4.0 e sui processi di riorganizzazione e trasformazione digitale imposta dal Covid-19: cambiamenti nei modelli organizzativi, compreso il lavoro agile.

Non sono ammessi corsi inerenti la formazione generale necessaria per adempiere ad obblighi di legge. Sono inoltre escluse le eventuali spese accessorie (spese di trasporto, vitto, alloggio) e i costi del personale e interni.

I corsi di formazione possono essere fruiti sia in presenza che in modalità e-learning: la durata minima di ogni corso deve essere di 4 ore.

Il periodo di svolgimento dei corsi deve essere ricompreso tra il 1° settembre 2021 e il 30 giugno 2022.

 

SOGGETTI ATTUATORI DELLA FORMAZIONE

I percorsi di formazione potranno essere fruiti presso i seguenti soggetti attuatori della formazione:

  • Agenzie formative accreditate da Regione Lombardia;
  • Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR);
  • Organizzazioni imprenditoriali e loro società di servizi con sede e/o unità locale nella provincia di Varese, legittimate a partecipare alla ripartizione dei seggi nel Consiglio della Camera di Commercio di Varese, con operatività da almeno tre anni nel campo dello sviluppo del capitale umano.

I soggetti attuatori non possono essere beneficiari del contributo.

 

CARATTERISTICHE DEL CONTRIBUTO

Contributo a fondo perduto pari al 50% delle quote di iscrizione ai corsi (al netto di IVA), fino ad un massimo di 2.000 euro per impresa.

L’investimento minimo richiesto deve essere pari a 300 euro.

Alle micro, piccole e medie imprese femminili è riconosciuto un contributo di maggior intensità pari al 60% delle quote di iscrizione ai corsi, fino ad un importo massimo di 2.500 euro per impresa.

Le imprese femminili vengono così individuate:

  • società di persone o cooperative costituite in misura non inferiore al 60% da donne;
  • società di capitali le cui quote di partecipazione spettino in misura non inferiore ai due terzi a donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i due terzi da donne;
  • le imprese individuali gestite da donne.

I contributi saranno erogati con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4%.

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere trasmessa con procedura telematica tramite il Portale Webtelemaco a partire dal 18 ottobre 2021 e fino al 29 aprile 2022.

La modulistica e la “Guida per l’invio online” delle domande sono disponibili sul sito della Camera di Commercio di Varese – sezione Contributi.

Le imprese potranno presentare anche più di una domanda di contributo, tenendo conto dei massimali di contributo previsti.

La Camera di Commercio, dopo aver effettuato l’istruttoria formale, ammette le domande sino ad esaurimento dei fondi disponibili, sulla base dell’ordine cronologico delle stesse.

 

RENDICONTAZIONE

L’impresa dovrà trasmettere per via telematica la rendicontazione finale, firmata digitalmente, a partire dal 15 dicembre 2021 e comunque entro e non oltre il 15 settembre 2022.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI SUL BANDO FORMAZIONE CONTINUA 2021

Scarica il testo del bando

Vai alla pagina dedicata sul sito della Camera di Commercio di Varese

Contatta l’Area Formazione


  Commenti disabilitati su Bando Formazione Continua 2021 CCIAA Varese per formazione in ambito gestionale, professionale e digitale
138